BOQ07 Variazioni sul canone, La poesia come oggetto visivo, anche

Editore/ luglio 24, 2018/ Biblioteca Oplepiana, Novità

Acquista su Amazon

“La regola fondamentale qui osservata per costruire le variazioni visive della parola ‘poesia’, è così riassumibile: muovendo da uno schema tipografico canonico della parola ‘poesia’ è stata effettuata su di essa una serie di manipolazioni morfologiche – consistenti in particolare nell’inserimento di segni diacritici e nello stravolgimento grafico di singole lettere – evitando tuttavia che la parola ‘poesia’, cioè il canone di partenza, diventasse irriconoscibile all’occhio. Tutto ciò, una volta di più, depone a favore dell’estrema fecondità immaginativa, delle potenzialità nascoste nel canone (tipografico) della ‘poesia’”.

Variazioni sul canone, La poesia come oggetto visivo, anche
di: Paolo Albani

 


 

ISBN: 9788893641364 (libro) – 9788893641944 (ebook)

Share this Post