Eleonora Galloni, Lo spazio del possibile

Eleonora Galloni, Lo spazio del possibile. Percorsi di letteratura potenziale tra Centuria e Sillabari

In questo saggio due bellissime opere pubblicate negli anni Settanta del Novecento – Centuria di Giorgio Manganelli e Sillabari di Goffredo Parise – sono osservate e analizzate nella prospettiva della “letteratura potenziale”, cioè come testi che potevano essere anche altro: racconti che potevano diventare romanzi, concentrati e conserve di idee che potevano essere ulteriormente svolte e ampliate, pollini di Novalis.
Il tema è molto interessante perché riguarda il rapporto tra racconti e romanzi, tra forme brevi e forme lunghe, tra compiuto e incompiuto. Galloni tratta questi argomenti sul piano teorico e nelle originali e virtuose interpretazioni di Manganelli e di Parise, mettendo a fuoco il loro percorso creativo e il significativo contributo allo sviluppo della narrativa contemporanea. (Gino Ruozzi)

Il libro

La letteratura, diceva Roland Barthes, permette di respirare. Come dargli torto? Essa è in grado, spesso come per magia, di aprire un varco anche negli spazi più angusti e insidiosi, di restituire la voglia di agire, è una boccata di aria fresca. Ma in un tal quadro, qual è il posto dei romanzi non scritti? Sono anch’essi letteratura? Possono confortare, guarire, soccorrere? O il loro carattere potenziale li relega ad uno spazio marginale al confine con l’inesistenza, il limbo del non detto? La presente ricerca si pone l’obiettivo di analizzare lo statuto di questi capolavori mai scritti, per dimostrare che anch’essi rivestono un ruolo importante nell’ampio campo della cultura letteraria. Per farlo si è scelto di prendere in esame due opere, Centuria di Giorgio Manganelli e Sillabari di Goffredo Parise, che, seppur con le loro differenze, possono essere accostate per la dimensione di implicita potenzialità che le caratterizza. Entrambe infatti si qualificano in ultima analisi come raccolte di romanzi potenziali, e spalancano, con la loro singolare apertura, a infiniti mondi eventuali, al variopinto ventaglio di possibilità che è poi la stessa letteratura.

L’autrice

Eleonora Galloni è nata e vive a Bologna, dove insegna letteratura e storia. Il suo percorso universitario è arricchito da vari periodi di studio e ricerca trascorsi in Francia, prima presso le Università di Haute-Alsace e Sophia Antipolis, e infine all’Ecole Normale Supérieure di Lione. Nel 2018 si laurea con lode in Italianistica, Culture Letterarie Europee e Scienze Linguistiche. È co-autrice e curatrice della raccolta di racconti Venti di parole (in riga edizioni, 2019).

Comunicato stampa

ISBN: 9788893641449 (cartaceo) 9788893641524 (digitale)

Acquista su Amazon!

Share this Post