fbpx

Piergiorgio Odifreddi, Riflessi in uno zaffiro orientale: Diari minimi di viaggi effimeri – Copertina flessibile

8,54

COD: 9788893641593 Categoria:

Descrizione

“Per definire il colore del cielo orientale, nel Purgatorio (I, 13), Dante invocò il nome di una pietra orientale: un gioco reciproco che, come notò Borges, può ben essere un’immagine dell’infinito. […] Borges si è chiesto più volte cosa avrebbe potuto fare Dante dopo aver finito la Divina Commedia: se avesse avuto un telefonino a disposizione, forse avrebbe potuto collezionare SMS in rima scambiati con Cavalcanti”.