Descrizione

La coppia ha come tessuto d’unione un qualcosa chiamato amore che va oltre i bisogni e i progetti pattuiti. Nel conoscere la coppia, come terapeuti cerchiamo di andare alla base intersoggettiva che li ha fatti incontrare, i bisogni che si sono incrociati tra loro formando un assetto collusivo della coppia, dove ogni partner svolge una funzione all’interno.
Ma non possiamo dimenticare che la coppia, in sé, si sostanzia nell’intimità che ovviamente va oltre la sessualità (però la comprende), e l’intimità in generale è mossa comunque dal desiderio. L’amore, idealizzato come quello romantico, o l’amore brutto (l’eros), è comunque un tutt’uno che ci avvolge e che a volte ricerchiamo, a volte ci rassegniamo a non avere o non cercare. L’amore però (presente o assente che sia, idealizzato o evitato), è il nucleo della coppia. Spesso l’amore finisce o distorce o si blocca. Come riattivare l’amore, è uno dei focus della terapia di coppia, ineluttabile di fronte alle coppie in crisi che vorrebbero ritrovarsi ma che non sentono di avere più spinta interna. Ma l’amore è fenomeno complesso e non è frutto di volontà, semmai di scoperta, o al limite di riattivazione reciproca. L’amore è direttamente proporzionale allo scoprirsi, al conoscersi, alla ricerca appunto di come l’altro sia rispetto a noi e al mondo.
Qui sta uno dei punti nodali dell’amore: mentre idealizziamo l’oggetto amato come identico a noi, sappiamo invece che l’amore scoppia sempre dove si incontra l’Altro, diverso da noi, ma poi nel tempo pensiamo che l’altro debba essere un noi, una parte di questa sfera fusa che immaginiamo debba essere la coppia.
——————
Giancarlo Francini. Psicologo e psicoterapeuta relazionale, iscritto all’Ordine degli Psicologi della Toscana al N. 1244, presidente Associazione Nazionale CoMeTe, didatta e supervisore in terapia familiare, membro del Direttivo AITF, didatta mediatore AIMS, Socio Fondatore e membro del Direttivo A.Co.Ge.S. (Associazione Coordinazione Genitoriale Sistemica). Autore di pubblicazione in argomenti psicogiuridici, di mediazione familiare, di psicoterapia familiare, sul Divorzio e sull’adozione. Direttore di Scuola Comete, docente presso il Master in Mediazione Familiare Università di Verona e Processi psicologici per lo sviluppo infantile, Università IUL Firenze.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 16,99 × 0,33 × 24,41 cm